english version below

 

Il festival Silence è un festival di arte acusmatica nato in Puglia nel 2004.

 

Silence presenta ogni anno opere del repertorio acusmatico "classico" e contemporaneo, senza preclusioni di generi o poetiche e con la massima apertura ad aree di "confine" con la popular music.

 

A partire dall'edizione 2015 il festival ospita anche una sezione dedicata dalla musica "mista", strumenti "live" + acusmatica.

 

Silence, sul modello del festival francese Futura organizzato da Motus, propone la figura dell'interprete acusmatico.

 

Ciò significa che le opere non vengono mai eseguite dai rispettivi compositori ma sono affidate a musicisti specializzati che cercano di tradurre lo spazio interno dell'opera nello spazio esterno della sala.

 

In questo contesto, quindi, il concetto di "interpretazione" sembra più appropriato di quello di "regia sonora" e si avvicina molto a quello di interpretazione vocale o strumentale nella musica "classica".

 

Di conseguenza il festival ha promosso sin dal 2004 corsi di formazione per interpreti acusmatici, in partnership con Motus e (da alcuni anni) con il Conservatorio di Musica "Tito Schipa" di Lecce

 

Silence è totalmente aperto alle proposte degli autori acusmatici con particolare attenzione a gruppi appartenenti alle Scuole di Musica Elettronica dei Conservatori o gruppi di affinità per poetiche, tecnologie o strutture organizzative.

 

Silence è stato sostenuto (per periodi diversi e con discontinuità) dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Bari, dal Comune di Bari e dalla Circoscrizione "Carrassi S.Pasquale".

 

 

 

 

The Silence festival is an acousmatic art festival born in Apulia (South of Italy) in 2004.

 

In "The mediterranean city" the M.ar.e association is making an interactive sound path for the students that make a didactic visit to the "city".

 

Every years the festival presents works of the acousmatic repertory "classic" and contemporary without exception of genre or style and with great broadmindedness toward "border area" with popular music.

 

From the 2015 edition the festival has a part that presents "mixed" music, instrumental music + acousmatic.

 

 

 

Silence, according to the Motus approach, proposes the acousmatic interpreter position. That means the works are not performed by their composers but only by qualified musicians that try to "reproduce" in a creative way the inner space of the work (conceived by the author) in the extern space of the concert hall.

 

So in this concert the interpretation concept seems more appropriate than the concept of "sound engineering" and this concept is near vocal or instrumental interpretation.

 

Since 2004 M.ar.e has organized courses for acousmatic interpreters in partnership with Motus and for some years with the Conservatorio di Musica "Tito Schipa", Lecce.

 

Silence is open to the acousmatic composer proposals with particular attention to the Electronic Music School of the Conservatori di Musica or organized groups of composers.